Bethesda E3 2018: tutte le novità dalla conferenza

Rieccoci di nuovo con voi, questi giorni sono stati pieni di notizie, sbarcate dalla e sulla città di lo Angeles, oggi vi parleremo di alcune delle notizie di questi giorni.

Pete Hines sale sul palco di Bethesda con ironia e simpatia nei confronti di Walmart, famosa catena di videogiochi che anticipò Rage 2 nel mese di maggio. Ed è proprio il seguito di Rage ad essere il protagonista dell'apertura di briefing, prima con una breve live del tema musicale del gioco e successivamente con un gameplay pre-registrato di una delle missioni del titolo, il risultato è un gioco stravagante e incredibilmente curato sotto l'aspetto open world, a tratti, è parso di ricordare Bulletstorm dal punto di vista qualitativo della dinamicità degli scontri.

Durante la conferenza attualmente in corso nel cuore di Los Angeles, Bethesda Softworks ha annunciato un nuovo capitolo di DOOM, sequel diretto del reboot apparso su PlayStation 4, Xbox One, PC e Nintendo Switch a partire dal 2016. DOOM Eternal - questo il nome - infiamma l'E3 2018 con un primo teaser trailer.

Il gioco farà la sua comparsa alla QuakeCon di agosto, prevista dal 9 al 12 del mese, e sarà in quell'occasione che vedremo il gameplay in azione e tutti i particolari sulla storia. Per il momento i dettagli scarseggiano, ma sappiamo che il nostro Doom Guy sarà ancora più potente e che le tipologie di demoni saranno il doppio.

Bethesda ha finalmente annunciato The Elder Scrolls 6. Non sappiamo molto sul gioco, la compagnia ha mostrato solamente un breve teaser che potete vedere qui sotto:

Poi altri due annunci, un DLC di Prey, tra l'altro già leakato, chiamato Mooncrash con annesso una modalità online "nascondino" chiamata Typhon Hunter, in cui 4 giocatori dovranno tramutarsi in mimic per nascondersi da un quinto player che dovrà scovarli. Questo contenuto aggiuntivo è disponibile da ora.

Il secondo annuncio è un DLC di Wolfenstein II The New Colossus, intitolato Youngblood. La storia è incentrata sulle figlie di William Blazkowicz che dovranno collaborare per eliminare ancora una volta una folta quantità di nazisti, il tutto sarà possibile anche in compagnia di un amico, essendo giocabile anche in co-op mode.

Todd Howard sale sul palco e dopo un paio di minuti per sciogliere il ghiaccio con una divertente parodia di Skyrim, decide di mostrare il piatto forte della serata: Fallout 76. Il gioco è un ibrido single player/online, in cui il mondo di gioco è persistente per dozzine di giocatori, in grado di interagire tra di loro in diversi modi, dal PVP, alla cooperazione classica. Può essere giocato anche totalmente in single player e presenterà una forte accentuazione al crafting e al building già vista in Fallout 4. Il gioco sarà disponibile a partire dal 14 novembre 2018 e avrà una beta, o meglio, un break -it early test application, come hanno sarcasticamente definito questa fase. Alla vendita è offerta in tre edizioni separate, ancora senza possibilità di preordine: la standard edition, la special edition che contiene una mappa della West Virginia capace di illuminarsi buio e la Power Armor edition, composta da un casco della Confraternità d'acciaio, in grado di illuminarsi e modificare la nostra voce.

Todd non ha voluto mostrare solo Fallout, ha infatti presentato in maniera veloce e sintetica The Elder Scrolls Blades, titolo per smarthone che sarà disponibile alla fine dell'anno gratis su Android e Apple Store. Quasi con stupore è comparso subito dopo, Starfield - RPG fantascientifico, e prima nuova IP dopo 25 anni di Bethesda Softworks - Il gioco era stato già rumoreggiato l'anno scorso, ed è a tutti gli effetti il prossimo gioco della casa.

Ricordiamo che lo sviluppo di The Elder Scrolls VI, partirà dopo Starfield. Ci vorrà, insomma, ancora molti anni prima di vederlo sulle nostre console o sui nostri PC.

#E3 #Bethesda

Featured Posts
Recent Posts
Archive
Search By Tags
Non ci sono ancora tag.
Follow Us
  • Facebook - White Circle
  • Twitter - White Circle
  • YouTube - White Circle