Yoko Taro, il game director di NieR: Automata, pensa di avere qualcosa che non funziona

NieR: Automata è il suo gioco di maggior successo

Yoko Taro, il director di NieR: Automata, il suo titolo di maggior successo, è un personaggio decisamente sopra le righe. Jason Schreier di Kotaku è riuscito a intervistarlo in occasione della GDC 2018. Come ci si poteva aspettare, Taro non si è limitato a dare le risposte tipiche da sviluppatore sotto contratto, ma è andato più a fondo, scendendo anche nel personale.

In particolare in un passaggio dell'intervista si è definito un "negromante", una persona marcia dentro. In che senso? Taro ha spiegato di avere una scarsa autostima e di non aver mai avuto un grande successo con le donne per via del suo aspetto e del suo carattere. L'anno scorso, nonostante le ottime vendite di NieR: Automata e l'accresciuta fama, la situazione non è cambiata molto, nel senso che continua a sentirsi una fallito. Conscio di aver fatto molto, ma non riuscendo ad apprezzarlo, sente come se qualcosa in lui non vada.

Nonostante ciò, Taro ritiene che questa negatività per lui vada bene, perché lo spinge a cambiare in continuazione, non essendo mai davvero soddisfatto di quello che fa. Insomma, sarebbero proprio questi "poteri oscuri", come li chiama lui, a dargli qualcosa che gli altri non hanno.

Per l'intervista completa, vi rimandiamo alla fonte.

FONTE

#NieRAutomata #kotaku

Featured Posts
Recent Posts
Archive
Search By Tags
Non ci sono ancora tag.
Follow Us
  • Facebook - White Circle
  • Twitter - White Circle
  • YouTube - White Circle