Nvidia rimprovera i rivenditori: correggete i prezzi!


Nvidia è decisamente preoccupata per il fenomeno dell’aumento dei prezzi delle proprie schede grafiche.

Il motivo principale della sua preoccupazione nasce dal fenomeno decisamente deleterio per i videogiocatori che hanno in programma di sostituire la propria scheda video. Molti rivenditori, consapevoli dei guadagni che gli utenti possono ottenere con il mining delle criptovalute, hanno innalzato a livelli improponibili il prezzo delle schede grafiche.

Ormai tutti noi sappiamo dell’esistenza del Bitcoin e dei suoi derivati, insieme ai metodi per ottenerli e dell’attuale valore della criptovaluta: le GPU che normalmente noi videogiocatori utilizziamo per giocare ai nostri titoli preferiti, vengono utilizzate per minare e ottenere guadagni tramite questa pratica.

Con il boom del Bitcoin, è salito alle stelle anche il prezzo delle GPU di fascia altissima, rendendo decisamente difficile acquistare la propria scheda video per scopi prettamente ludici e ricreativi. Basti pensare che la Radeon RX Vega 64 ha superato i 2000 dollari poiché le schede AMD risultano essere più prestanti rispetto alle rivali come la Geforce GTX 1080ti che ha raggiunto la stratosferica cifra di 1600 Dollari.

A causa di questo fenomeno, NVIDIA non ha affatto mandato giù l’andazzo del mercato e ha deciso di prendere in considerazione serie contromisure, le quali prevedono il seguente dogma: le schede video devono essere vendute in primo luogo ai videogiocatori e non ai miner. Nvidia sul sito ComputerBase.de ha dichiarato:

I giocatori vengono prima di tutto. Tutte le attività legate alla nostra linea di prodotti GeForce sono indirizzate al nostro target principale. Per assicurare che i giocatori GeForce possano continuare a contare su una buona disponibilità nella situazione attuale, consigliamo ai nostri partner per la vendita di adottare misure appropriate per soddisfare le esigenze dei giocatori, come di consueto.

NVIDIA rivolge la sua frecciatina ai rivenditori che hanno adottato questi metodi di vendita decisamente sleali e suggerisce addirittura che gli utenti possono acquistare come limite massimo solo due schede grafiche per utente.

Per quanto possa essere un suggerimento, non possiamo escludere che NVIDIA possa adottare questa soluzione per la vendita delle sue schede grafiche tramite il suo sito ufficiale.

Sembra quindi che la criptovaluta stia diventando la nuova piaga per il Gaming su PC e sembrerebbe che i principali produttori di VGA vogliano trovare una soluzione per limitare questo fenomeno che da circa 1 anno sta diventando un tormentone sul Web.

Quali sono, secondo voi, le soluzioni che i produttori di schede grafiche adotteranno per contrastare il fenomeno della speculazione dei rivenditori?Il prezzo di listino bloccato? La consolidazione di architetture che non supportano più di due VGA in Cross-fire / SLI? Dite la vostra qui sotto nei commenti!

#Nvidia #AMD #Bitcoin

Featured Posts
Recent Posts
Archive
Search By Tags
Non ci sono ancora tag.
Follow Us
  • Facebook - White Circle
  • Twitter - White Circle
  • YouTube - White Circle